user_mobilelogo
A- A A+

Vino GrecoVINO GRECO

Bicchiere Greco di Bianco

D.O.C. con decreto del 18-06-’80 (Gazzetta Ufficiale del 12-12-’80 n°340).


Quando Orione e Sirio giungono a mezzo del cielo e l’aurora delle rosee dita vede Arturo, allora, o Perse, spicca e porta a casa tutti i grappoli: li terrai al sole per dieci giorni e per dieci notti, per cinque invece all’ombra; al sesto giorno poi, porrai nei tuoi vasi i doni di Dioniso giocondo”.
Esiodo (VII a.c.)

Prodotto al 100% con uve Greco Bianco, è uno dei più antichi ceppi di vite esistente in Italia.
La coltivazione di uva Greco Bianco avviene in diversi appezzamenti di terreno, singolarmente non di grandi estensioni.
E' un vitigno particolarmente delicato, facilmente aggredible da agenti patogeni e che richiede pertanto molte cure durante tutto l'anno.Un ettaro di vigneto produce 45-50 ql. di uva. La resa massima in vino dopo la passitura si aggira intorno al 45% per ql.
La vite è allevata a cordone speronato orizzontale bilaterale. Il grappolo è di forma allungata, gli acini sono piccoli, rotondeggianti e dorati, i vinaccioli molto sviluppati, poca polpa, buccia sottilissima. I grappoli vengono vendemmiati solitamente non oltre la metà di Settembre, dunque stesi per circa dieci giorni su graticci di canne per una passitura naturale, affinché il sole aiuti la concentrazione di zuccheri.
Si procede dunque ad una pigiatura soffice a cui fa seguito la fermentazione in acciaio e poi in tonneaux di rovere francese, fino al raggiungimento di una gradazione alcolica compresa tra i 14° e i 17°.
L’imbottigliamento, come da disciplinare, non può avvenire prima del 1°novembre dell’anno successivo alla vendemmia.
Il passito ottenuto, in ogni caso, si presenta nella sua migliore veste dopo circa 3 anni e continua ad evolversi per una decina.
L’esposizione solare, la ventilazione, le notti fresche, le peculiarità minerali del terreno e la cura dell’uomo fanno sì che si produca un vino dolce, morbido, dotato di una buona acidità media tanto da renderlo equilibrato ed armonioso con caratteristico retrogusto.
Il vino ottenuto ha un colore giallo dorato con riflessi ambrati; l’odore è intenso, persistente, ampio, etereo, floreale, leggermente aromatico con sentori di zagara, miele,fichi.


UVE: 100% Greco Bianco
VINIFICAZIONE: vendemmia entro metà settembre. Appassimento delle uve su graticci stesi al sole per 7-10gg. Pigiatura soffice. Fermentazione controllata fino al raggiungimento della giusta gradazione alcolica
INVECCHIAMENTO: minimo di 13 mesi in acciaio
AFFINAMENTO: in tonneaux di rovere francese
COLORE: giallo tendente al dorato con riflessi ambrati
PROFUMO: intenso, persistente, ampio, alcolico, etereo, fruttato, floreale 
SAPORE: dolce, caldo, armonico, con sentori di miele e fichi secchi, caratteristico retrogusto
GRADI: 14.3% vol.
SERVIRE A: 10-12°C
ABBINAMENTI: vino da meditazione. Ideale con dolci strutturati, pasticceria secca, formaggi stagionati, antipasti di crostacei, patè de fois gras

Greco di Bianco PremioGreco di Bianco Premio

Premio Greco di BiancoPremio Greco


Per ordini: ordini@baccellieri.it


Accesso Utenti